martedì 25 aprile 2017

Run in Seveso (Seveso) - 25 aprile 2017

Dopo la gara di questa mattina in montagna, come da abitudine, eccomi che sono di nuovo con la divisa Falchi e con le scarpette (da strada!) dove ho partecipato alla 39° edizione de "Run in Seveso", appunto, a Seveso. 
Corsa competitiva serale di 10 km su un percorso cittadino di 5 km da ripetere due volte. 
E' dal 2011 (e quindi questa è la mia settima volta) che partecipo a questa bella gara e ci ritornerò molto volentieri perchè l'organizzazione (Marathon Club Seveso) è davvero impeccabile sotto ogni punto di vista, tutto studiato nei minimi dettagli senza tralasciare nulla. 
Fortunatamente nella serata sevesina non ha piovuto nonostante la presenza di nuvole nere! 
La partenza (scattata alle ore 19) e l'arrivo era davanti al Palafamila di Baruccana di Seveso e il clima era ideale per una gran corsa: fresco, asciutto e con una leggera brezza primaverile a movimentare l'aria di Sport e di Festa. 
... termine del primo giro ...
Come sempre ci tenevo ad impostare il ritmo a 4 minuti al chilometro per poter concludere la gara poco sotto il muro dei 40 minuti. 
Anche se sentivo che avevo le gambe un pò dure dopo la fatica di questa mattina, volevo mettercela tutta come ho sempre fatto. 
... podio maschile ...
Il primo giro l'ho concluso un pò troppo veloce: 19' 27" (media 3' 53"/km) ed infatti l'ho pagata cara negli ultimi chilometri di gara dove sentivo sempre di più la fatica e non riuscivo più a tenere lo stesso passo. 
... podio femminile ...
Così il secondo giro l'ho terminato (con tanta fatica!) in 20' 12" (media 4' 02"/km) dove alla fine ho completato la gara col tempo finale di 39' 39" classificandomi 107° assoluto su 566 finisher. 
Come sempre mi è andata bene anche questa volta riuscendo a battere il muro dei 40 minuti e chissà se il prossimo anno farò di nuovo due gare nella stessa giornata anche perchè l'età inizia a farsi sentire :-)
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

VIII° Trofeo Adelfio Spreafico - 25 aprile 2017

La società A.S.D. Falchi Lecco, capitanata da Mauro Esposito, ha organizzato, durante la giornata della Festa della Liberazione, l'ottava edizione de "Trofeo Adelfio Spreafico a.m." che come sempre ha riscosso un buon successo grazie ai quasi 270 concorrenti che hanno deciso di parteciparla nonostante il brutto tempo, il freddo e la nebbia. 
Una bella Corsa in Montagna competitiva con partenza dal piazzale della funivia d'Erna, affrontando 5,25 km con 790 metri di dislivello positivo che si conduceva sino alla Croce del Pizzo Erna, per poi scendere giù in picchiata verso il Rifugio Marchett dove era posto il traguardo. 
... le ragazze impegnate nella consegna dei pettorali ...
Anche questa volta ci ho messo davvero tutta perchè ci tenevo a fare una buona prestazione. 
... i mitici Falchi ...
Al momento dello sparo avevo un pò sofferto, avevo già addosso il fiatone perchè ero partito molto forte per non rimanere "incastrato" dietro al gruppo. 
... podio maschile ...
Col passare dei minuti mi ero ripreso e sentivo che le gambe giravano molto bene riuscendo ad affrontare bene la salita, in particolare il famoso muro della Sponda dove avevo recuperato vari atleti. 
... ristoro finale... super !!! ... 
Alla fine ho concluso la gara col tempo di 43' 45" classificandomi 34° assoluto su 256 finisher. 
Come sempre sono rimasto davvero soddisfatto della prestazione e di averla affrontata senza grossi problemi. 
... Falchi, 1° società classificata ...
Come sempre ad accoglierci c'era un fantastico ristoro finale con torte, dolci e la famosissima macedonia tutto preparato e curato nei minimi dettagli dalle fantastiche mamme dei Falchi :-) 
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 23 aprile 2017

Vertical Lago di Como (Carate Urio - CO) - 23 aprile 2017

L'anno scorso c'ero e pure quest'anno c'ero! Ci sono ritornato di nuovo molto volentieri perchè una gara così bella e così panoramica ce ne sono veramente poche in giro e che non potevo rinunciarci! 
Infatti questa mattina, nella stupenda cornice del Lago di Como, è andata in scena la seconda edizione del "Vertical del Lago di Como", con partenza a Carate Urio (200 mt s.l.m.) ed arrivo in cima al Monte Colmegnone a 1389 mt di quota affrontando ben 1185 mt D+ su un tracciato di 4,5 Km. 
.. Croce del Monte Colmegnone ...
La competizione è stata organizzata dalla società Moltrasio 2013 ASD che ha svolto un lavoro davvero impeccabile che ci ha regalato, a tutti noi atleti, una giornata di Sport davvero bellissima (grazie anche dalla giornata baciata dal sole). 
... Carate Urio ...
Rispetto allo scorso anno i numeri di iscritti non è cambiato più di tanto (complice soprattutto del calendario sempre più fitto di gare), ma invece c'è stata la partecipazione di buona qualità, gente di grosso calibro come il grande piemontese Moletto Marco (Team La Sportiva), esperto di questo genere di gare nonchè vincitore (e record - 41' 19") di questa edizione. 
... una delle tante salite impegnative ...
Ma la vera sorpresa è stata l'impreziosita dalla presenza di un grande campione del ciclismo degli anni 2000: il grande australiano Cadel Evans che vanta di un palmares da fare invidia come Campione del Mondo di Ciclismo su strada nel 2009 a Mendrisio, la Freccia Vallone nel 2010 e il Tour de France nel 2011. 
... Tad con il mitico Cadel Evans ...
Il mio obiettivo era quello di riuscire ad abbassare il mio tempo dell'anno scorso visto che il tracciato era rimasto invariato ed era una cosa che ci tenevo e che dovevo farcela. 
Il percorso era molto duro sin da subito dove si sudava parecchio per affrontare delle salite davvero dure con delle pendenze molto significative. 
... gli ultimi metri di gara ...
C'erano veramente pochissimi tratti in falsopiano dove si poteva "riposare" e che si riusciva anche a correre. Il punto più bello è stato quando si usciva dal bosco dove improvvisamente si vedeva, a cielo aperto, la croce del Monte Colmegnone che era il punto dove si doveva arrivare per terminare la gara. Sembrava che fosse lì, così vicino, sembrava che mancava veramente poco ed invece c'era ancora tanta strada da fare... ovviamente tutta in salita! Alla fine ho tagliato il traguardo col tempo di 54' 14" classificandomi 29° assoluto su 108 finisher. Purtroppo non sono riuscito ad abbassare il tempo dell'anno scorso, ci ho messo 32 secondi in più. 
... ristoro finale e la buona birra post-gara ...
E' vero che sono solo pochi secondi e mi sono semplicemente detto che quell'obiettivo è stato solo rimandato al prossimo anno. 
... spettacolare vista mozzafiato dalla Cima ...
Da qui si poteva godere una vista da mozzafiato, un panorama incredibilmente stupendo dove si aveva un'ampia visuale sul Lago di Como con intorno le stupende montagne con le cime imbiancate... davvero un paradiso! 
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 9 aprile 2017

Monte Barro Running (Galbiate) - 9 aprile 2017

Questa mattina, a Galbiate, è andata in scena la sesta edizione della "Monte Barro Running", Corsa in Montagna con lunghezza totale di 15,8 km (con un dislivello positivo D+ di 850 mt ) di cui 9 Km collinari (i primi 4 pianeggianti) e circa 2,5 Km salita, ed i restanti in discesa, con il meraviglioso passaggio in vetta alla Croce del Monte Barro che, con i suoi 922 metri e con una visuale a 360°, domina uno straordinario paesaggio. 
... Cima Monte Barro ...
Questa competizione è stata organizzata dal Gruppo Podistico Libertà di Galbiate che, come ogni anno, ha riscosso un maggior successo e di partecipazione. 
Oggi ci tenevo a fare una buona corsa cercando di partire soft nella prima parte di gara e di andare forte nella parte finale affrontando bene la salita dura verso la croce e... così è stato. 
I primi 4 km erano praticamente pianeggianti su strada asfaltata che si andava verso San Michele che serviva per sgranare il gruppo dove avevo fatto anche parecchia fatica. 
Finito il tratto in pianura si affrontava una ripida salita che si andava a prendere il sentiero di montagna soprastante la strada (Pian Sciresa) che riportava i concorrenti in paese. 
Qua era tutta da correre, tutta da spingere, in falsopiano, ed era molto bello e soprattutto panoramico. 
Arrivato nuovamente a Galbiate, si passava sotto il gonfiabile della partenza, e si andava ad affrontare il secondo anello che era la più impegnativa con delle pendenze importanti su una mulattiera che ci portava fino alla vetta. In questa parte sentivo le gambe che giravano veramente bene, mi sentivo ancora "fresco" dove riuscivo a recuperare parecchie posizioni. 
Ecco che si vedeva la croce del Monte Barro che si avvicinava sempre di più e la salita diventava sempre più tecnica dove si doveva salire anche con l'aiuto delle mani. Transitato la vetta c'era da affrontare l'ultima parte della gara che era praticamente quasi tutta in discesa. 
Inizialmente era molto tecnica per poi diventare piano piano sempre più facile, molto più corribile, con diversi sali e scendi, fino a passare davanti la Chiesa di Santa Maria degli Angeli (Eremo di Monte Barro) per poi scendere di quota fino ad arrivare in paese. Anche in questo ultimo tratto riuscivo a correre molto bene riuscendo a recuperare varie posizioni, mi sentivo molto sicuro di me stesso e affrontavo la discesa senza avere addosso troppe preoccupazioni. Alla fine ecco che ho tagliato il traguardo col tempo di 1h 33' 34" classificandomi 40° assoluto su 538 finisher. 
... una bella birra fresca ...
Davvero molto soddisfatto e contento della corsa, non tanto per il tempo che ci ho messo e la posizione in classifica, ma di come l'ho affrontata la prova e di essere arrivato bene fisicamente senza troppa fatica e nemmeno tanto stanco. 
Anche qua il ristoro finale era davvero magnifico, che era il momento clow della giornata, perchè c'era veramente di tutto e che sono ritornato a casa bello sazio e soprattutto molto soddisfatto di aver trascorso un'altra bella mattinata di Sport e di divertimento :-) !
Per vedere il sito della gara: clicca qui !