domenica 3 dicembre 2017

Euro Trail (Paderno Dugnano) - 3 dicembre 2017

L'A.S.D. EuroAtletica 2002 ha organizzato una manifestazione di Corsa Campestre denominata "Euro Trail", giunta alla sua IV° edizione, svoltasi all'interno del Parco Lago Nord presso la città di Paderno Dugnano (MI) che ha coinvolto poco più di 800 persone di tutte le categorie, dagli Esordienti fino ai Master. 
Quest'anno il percorso è stato rinnovato completamente con un giro lungo di 4.5 km da percorrere una o due volte a seconda della categoria d'appartenenza. 
Le prime tre edizioni il percorso misurava 7.4 km, quest'anno invece è stato portato a 9 km e che alla fine è stato apprezzato da tutti quanti grazie al nuovo tracciato che era davvero molto bello, molto duro, nervoso, da "spacca gambe"! 
La partenza era scattata alle ore 9 e il clima era molto freddo con temperatura invernale (segnava poco sopra lo zero!), il campo da gara era tutto coperto dalla brina con il fondo molto duro e, fortunatamente, non era scivoloso. 
Dopo aver fatto le solite operazioni pre-gara avevo iniziato a corricchiare un pò, ma non riuscivo perchè faceva così freddo che mi ero messo fermo sotto il sole cercando di riscaldarmi un pò (avevo sotto due maglie tecniche, la canotta Falchi e anche due k-way) e che non vedevo l'ora che partisse la gara. 
Finalmente era arrivato il momento di posizionarci tutti quanti sotto il gonfiabile e dopo il countdown ecco lo sparo ufficiale dando inizio alle danze. 
Mi ero reso conto che il primo giro l'avevo corso abbastanza forte, perchè le salite che dovevo affrontare nel secondo giro le ho superate con tanta fatica dove non riuscivo più a tenere alto il passo. 
Invece in quei pochi tratti in pianura riuscivo a spingere bene fino al traguardo dove alla fine ho concluso la gara col tempo di 39' 06" (media 4'20"/km) classificandomi 46° su 140 finisher (batteria A-J-P-SM 35/40/45/50/55/60). 
Subito dopo ho fatto i miei complimenti agli organizzatori per aver creato un tracciato nuovo davvero interessante, molto bello, molto divertente e mai noioso sperando che negli anni avvenire mantengano lo stesso percorso! 
Ah dimenticavo una cosa importante: questa è stata la mia quarta partecipazione (su quattro edizioni) e sono certo che ci ritornerò ancora il prossimo anno perchè merita davvero di farla!
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 26 novembre 2017

Milano21 Half Marathon - 26 novembre 2017

La società sportiva Laguna Running ha organizzato la prima edizione della "Milano 21 Half Marathon", una manifestazione podistica competitiva che ha fatto registrare il sold-out in largo anticipo con 6.500 pettorali venduti suddivisi tra la mezza e la 10 km. 
La "novità" è che la partenza e l'arrivo, a differenza di tutte le altre classiche milanesi, non è piazza del Duomo o il Castello Sforzesco, ma viale della Liberazione (a due passi da Stazione Garibaldi), la zona dei grattacieli, zona indubbiamente suggestiva, con la nuova iconica skyline della città a far da sfondo. 
... la partenza con lo sfondo il grattacielo "Bosco Verticale" ...
Il percorso è quasi "simile" alla Stramilano tranne un pezzo che si correva all'interno del Parco del Sempione intorno al 18° km per poi uscire in via Legnano. 
Altra novità per me assoluta, cosa che non mi è mai successo da quando ho iniziato a correre, era la presenza delle guardie giurate e poliziotti per il controllo con il metal detector prima di accedere nell'area del ritrovo dove all'interno erano presenti i servizi pre-gara come il deposito borse. 
Sono pienamente d'accordo di questa sicurezza, di questo servizio extra, ma ha suscitato parecchi disagi creando delle lunghe code a causa della presenza di pochi varchi e alla fine il controllo è venuto meno sugli accessi. 
... la partenza ...
Ma il fatto più grave che ha fatto poi scatenare la rabbia, la pazienza di tutti quanti, lasciando tantissimi messaggi negativi sul web, è stato il servizio del deposito borse. 
... l'area stretta dove in fondo ci sono i gazebo del deposito borse ...
Si è creata una scena davvero indescrivibile, un quadro che non ho mai visto prima d'allora, praticamente si è creato un enorme caos per ritirare le proprio borse che erano state messe in un'area di pochi metri quadrati, con la presenza dei volontari incompetenti mandando all'area più di 6000 sacche (non erano neppure messi in ordine numerico, ma messi alla rinfusa)! 
... il caos totale ...
Tantissimi che hanno dovuto aspettare anche più di un'ora per avere in mano la propria sacca, addirittura alcuni non l'hanno più ritrovato e pensare che c'è stato anche il furto! 
... alcuni gazebo sono stati "invasi" dagli atleti ...
Praticamente si è trasformata in una prigione ad imbuto con code claustrofobiche! Doveva essere un giorno di Festa per tutti, la maggior parte consideravano come l'ultima gara dell'anno per chiudere in bellezza la proprio stagione agonistica ed invece si è trasformato in un vero e proprio incubo infernale! 
... la partenza in Viale Liberazione ...
Pensate che son dovuti intervenire anche la Polizia e la Sicurezza per calmare le anime anche se alla fine è servito a poco! 
... gente ammassati con davanti la polizia ...
Sinceramente non ci voleva un genio, o avere una laurea da 110 e lode per organizzare il deposito borse, ci voleva veramente poco! 
E' stata solo l'incompetenza, l'incoscienza dei vari responsabili a far piantare quei piccoli 7/8 gazebo bianchi ubicati in un'area stretta, sotto gli imponenti grattacieli, che non aveva nemmeno (e logicamente!) la capienza sufficiente per "accogliere" tutte quelle persone. 
... migliaia di messaggi negativi lasciati su Facebook ...
... un ragazzo ha avuto un malore in mezzo alla folla ...
Per quanto riguarda il percorso, come già accennato prima, ricalca la maggior parte della Stramilano, sicuramente era meglio evitare quei due giri di boa con inversione a U, perchè molti hanno tagliato la strada in quanto non c'erano le transenne a delimitare il tracciato. 
... percorso con doppio senso di marcia ...
Come prestazione cronometrica purtroppo non è andata come volevo, ero partito forte ed ero riuscito a tenere lo stesso passo fino al 16° km dopodichè  ho avuto un blackout totale dove piano piano andavo sempre di meno. 
Alla fine ho completato la corsa col tempo di 1h 31' 32" classificandomi 470° assoluto su 4121 finisher. 
... City Life, le Tre Torri ...
In sintesi, personalmente, il percorso mi è piaciuto, ha grandi potenzialità, ci ritornerei volentieri (sempre se decidono di rifarla), ma solo se faranno degli miglioramenti su molti aspetti, cosa che probabilmente avverrà nelle prossime edizioni.
Concludo scrivendo che si può stare e che mi sta bene se c'è stato questo disservizio nonostante fosse alla sua prima edizione, ma vi sembra normale che un'organizzazione come loro, che è titolare di altre gare di successo sempre con grandi numeri, commettano un errore da dilettanti...?!? Sto forse esagerando ?!
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 19 novembre 2017

XXXVII° Maraton Valencia Trinidad Alfonso EDP (Spagna) - 19 novembre 2017

L'anno 2017 ormai sta per finire e così era arrivato anche il momento di partecipare ad una Maratona su Strada come faccio sempre una volta ogni 365 giorni e per la prima volta ho deciso di parteciparla all'estero e precisamente ho corso alla 37° edizione della "Maraton Valencia Trinidad Alfonso EDP" (evento IAAF Gold Label Road Race) svoltasi, appunto, a Valencia (Spagna) appoggiandomi all'agenzia di viaggi Travel Marathon (con sede a Firenze). 
... trasferimento dall'aeroporto all'hotel ...
Loro organizzano le migliori Maratone Europee: dal volo dell'aereo (charter), all'hotel, al ritiro del pettorale, ai vari trasferimenti e tanto altro... dovevo solamente pensare a correre e... pagare il conto. 
Il sabato mattina si è corso la "BreakFast Run", un allenamento collettivo (circa 2.000 partecipanti) di 5 km lungo i Jardì del Turia che è un bellissimo parco immerso nel verde. 
... la partenza di sabato mattina ...
Ma l'evento clou che tutti non vedevamo l'ora era, ovviamente, la domenica mattina che si è svolta la grande maratona che ha coinvolto più di 16.000 runners ed insieme c'era anche la 10 km competitiva con ben 7.600 atleti! 
... partenza della Maratona ...
... alla tua sx i maratoneti e alla tua dx la 10 km ...
C'era davvero tantissima gente per non parlare invece di tanto pubblico che c'era lungo il percorso con un tifo pazzesco! Davvero uno spettacolo!
La partenza era presso il grande ponte mentre la Finish Line era situata vicino alla zona di partenza, nella spettacolare cornice della Città delle Arti e delle Scienze, su un tappeto blu circondato dall'acqua e dal pubblico in festa. 
... museo Città delle Arti e delle Scienze ...
Il tracciato è totalmente pianeggiante, molto veloce, il clima era mite ed era perfetto per correre; per quanto riguarda la macchina organizzativa è stato davvero super eccellente! 
... selfie con Giorgio Calcaterra ...
Lo start della gara era diviso in quattro gruppi che partivano a distanza di circa 6 minuti l'uno dall'altro con il primo sparo scattato alle 8:30. 
Durante la corsa ero insieme con il gruppo dei palloncini delle 3 ore e 30 minuti (media di 5'/km) perchè il mio obiettivo era quello di concludere l'avventura sotto 210 minuti come normalmente lo faccio.
Era un'impresa dura da farcela proprio perchè non avevo fatto nessun allenamento specifico (come al solito!), nessun lungo, un bel niente di niente, anzi solo una volta che avevo corso 1h e 50 min. ma che poi mi ero fermato perchè mi ero rotto le scatole :-)!
Il primo pezzo della maratona non è che mi ha fatto molto impazzire perchè si andava verso il mare e zona "periferica" dove c'era poco da vedere, per poi ritornare indietro passando di nuovo vicino alla partenza intorno al 24°.
Da qui fino alla fine il percorso invece si faceva molto più interessante, molto più bello, molto più panoramico andando a correre per le vie del centro storico ammirando il cuore della città valenciana che è così splendida e spettacolare!
... colazione pre-maratona dalle 5 di mattina ...
Ed è proprio da qui che avevo iniziato (ahimè!) a "perdere i colpi", stavo entrando lentamente e progressivamente nella zona della crisi! Il famoso detto amato da tutti noi maratoneti: "il tanto temuto muro del 30° km!". 
Gli ultimi 12 km è stato davvero un calvario, è stata un'eternità, non finiva mai, riuscivo comunque a correre ma con dei passi sempre più piccoli che era meglio se andavo con passo veloce che forse arrivavo prima :-)
Nonostante la crisi comunque mi stavo divertendo lo stesso perchè ero circondato da una marea di persone che ci davano la forza di andare avanti, di non mollare!
... visita dell'Oceanografic dopo la maratona ...
Al cartello del 39° km si iniziava a vedere in lontananza la maestosa arte archittetonica sull'acqua dove avevo iniziato a commuovermi man mano che mi avvicinavo sempre di più al traguardo.
... un simpatico dormiglione ...
Finalmente ecco che intravedo il cartello del 42° km, l'emozione saliva sempre di più, curva spaccata a sinistra ed ecco che si correva gli ultimi 195 metri sul ponte galleggiante circondato dall'acqua con il grido della gente che erano sugli spalti strapieno! 
... l'arrivo spettacolare sul ponte galleggiante ...
Faccio gli ultimi passi con il cuore in gola terminando la maratona spagnola col tempo di 3h 39' 57" classificandomi 6.567° su 16.170 finisher (7.538 sono coloro che hanno concluso la 10 km). Subito dopo il traguardo ricevo la magnifica medaglia Finisher che tanto sognavo! 
Concludo scrivendo che non è andata come speravo, volevo finirla senza andare in crisi, ma questo fa parte comunque del gioco, gli imprevisti saltano fuori sempre e comunque affrontandoli guardando in avanti e mai ritirarsi indietro! 
Per vedere il sito della gara: clicca qui !