domenica 22 aprile 2018

Solino in 20' (Premana) - 22 aprile 2018

Con una splendida giornata di sole, questa mattina, è andato in porto la terza edizione de "Solino in 20'", svoltasi a Premana, che ha visto partecipare circa 130 partenti che avevano solo un unico obiettivo comune: concludere il proprio Vertical sotto i 20 minuti.
E' un'impresa impossibile, ma non impossibile per i campioni di Corsa in Montagna come i gemelli Dematteis che erano presenti al via.
 
 Il tracciato è lungo 2.1 km, con 600 metri di dislivello, partenza in via Prealpi, nella zona alta del paese, e con l'arrivo posto all'alpeggio di Solino.
... la partenza in Via Prealpi ...
Quest'anno nessuno è riuscito a battere il muro dei 20 minuti, il record è rimasto conquistato, intatto ed imbattutto lo scorso anno da Antonino Toninelli col tempo stratosferico di 19' 53" (!).
... l'arrivo del vincitore ...
I gemelli Bernard e Martin De Matteis, primo e secondo posto, hanno fermato le lancette su 20' 43" (Bernard) e 20' 59" (Martin) seguito dal Falco Radaelli Enos (21' 54").
Per quanto mi riguarda ho fatto quello che potevo, battere il muro dei 20' non ci sono riuscito e cercherò di infrangerlo il prossimo anno.
... gli ultimi metri di gara ...
In questa edizione ho concluso la fatica col tempo di 28' 16" classificandomi 38° assoluto su 120 finisher.
... tanti Falchi presenti alla gara ...
... giornata di Festa ...
E' stata una bella gara, una bellissima giornata di Sport e di Festa grazie in particolare a tantissime persone che hanno assistito la gara lungo il percorso con grande entusiasmo!
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

sabato 21 aprile 2018

Vertikal Sass de Fer (Laveno - VA) - 21 aprile 2018

In questa giornata di sabato, caratterizzata da un clima estivo e torrido, si è svolta la seconda edizione del "Vertikal Sass de Fer" svoltasi a Laveno, piccolo paese che si trova sulla sponda del Lago Maggiore, in provincia di Varese.
Gara di specialità Vertical Running, organizzata dall’Associazione Sportiva 100% Anima Trail, di 3.5 km (900 metri di dislivello) con partenza dal centro abitato del paese e con l'arrivo posto fino alla Vetta del Sasso del Ferro (1.062 metri).
... il tracciato di gara ...
Un tracciato da brividi, con pendenza molto impegnativa e durissima, un pendio tutto verticale a picco sul Lago Maggiore, percorrendo lungo il sentiero tra i piloni della famosa funivia fino a raggiungere la terrazza panoramica di Poggio Sant’Elsa (dove finisce la funivia) per poi affrontare altri circa 800 metri nel bosco fino a raggiungere la Vetta dove è posto il traguardo.
... terrazza panoramica ...
... la croce Sass de Fer ...
La partenza era scattata alle ore 15 ed inizialmente si correva tra le vie del paese per poi affrontare subito il vero e proprio sentiero stretto, tutto a zig-zag, posto sotto la funivia.
La prima parte di gara era quella molto più difficile, più impegnativa, molto tecnica ed era impossibile recuperare gli atleti perchè il sentiero era molto ridotto.
... una delle tante scalinate di ferro ...
In questo tratto tecnico c'erano anche numerose scale di ferro che si doveva salire uno dietro l'altro creando così, purtroppo, degli imbuti e la coda.
Dopo questo tratto attrezzato, il sentiero si faceva più "morbido" dove si poteva iniziare a spingere bene con il proprio passo riuscendo così a superare i vari atleti.
Arrivato in cima alla funivia, mi sentivo abbastanza cotto dove gli ultimi 800 metri di gara l'ho affrontato con grande fatica, non avevo più le forze sufficienti per "toccare" la croce Sass de Fer dove c'era il traguardo perdendo anche, amaramente, due posizioni negli ultimi metri di gara.
... passaggio presso dinanzi la terrazza panoramica di Poggio Sant’Elsa ...
Dopo questa sfida alla forza di gravità, dalla cima si poteva godere di un panorama a 360° sul Lago Maggiore, la Val Grande, il Monte Rosa e il Campo dei Fiori, che è uno scenario davvero unico, con dei panorami mozzafiato che ci ha ripagato tutta la fatica!
... il traguardo ...
Per quanto mi riguarda direi che ho fatto una buona gara, mi spiace solo di aver perso parecchio tempo nella prima parte di gara perchè mi ero trovato molto indietro sin dalla partenza.
... il percorso della gara lungo la funivia ...
Comunque alla fine ho completato la prova col tempo di 43' 24" classificandomi 28° assoluto su 189 finisher che per me è un buon risultato nonostante gli scarsi allenamenti :-) !
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

sabato 14 aprile 2018

Venice Night Trail (Venezia) - 14 aprile 2018

Nella notte di sabato sera è scattata la terza edizione de "Venice Night Trail", un vero e proprio trail nel cuore di Venezia che ha richiamato 3000 partecipanti (tetto massimo stabilito dall'organizzazione con sold-out a febbraio scorso). 
E' la seconda volta che ci ritorno e ho fatto bene a parteciparla perchè non ci sono altre gare simili, questa è unica e per me è stata una delle più belle gare che io abbia mai corso! 
La partenza e l'arrivo erano presso l'area portuale di San Basilio con lo start scattato alle ore 21 dove il fiume di 3000 luci delle frontali hanno affrontato un percorso di 16 km e 51 ponti! 
Il tracciato è davvero molto duro, tosto, nervoso, difficile, bisognava cambiare sempre la marcia a causa appunto dei ponti che bisognava affrontarli. 
Non solo i ponti che rendevano la prova difficile, ma anche la presenza dei numerosissimi ed infinite curve, che erano quasi tutte secche (!!!), una dopo l'altra, facendo "spaccare" le gambe sin da subito. 
Si attraversava nelle zone tipiche e suggestive di questa stupenda città lagunare, spingendosi fino a Sant'Elena e alla Biennale, per poi risalire fino a Piazza San Marco, qua il passaggio è da pelle d'oca! 
Da qui si attraversa il Canal Grande sul ponte dell'Accademia (che fatica!) e si raggiunge la Punta della Dogana per poi affrontare gli ultimi chilometri lungo il Canale della Giudecca fino al porto. 
... in discesa su uno dei 51 ponti veneziani ...
... piazza San Marco ...
Il bello, il fascino di questa competizione è che si gareggia, appunto, di notte, la città che viene illuminata dalle frontali rendendola ancora più bella, unica ed emozionante! 
... gli ultimi 100 metri di fatica ...
Come gara direi che sono andato bene, ci ho messo 1h 12' 15" classificandomi 85° assoluto su 1562 (1322 finisher sono coloro che hanno partecipato alla corsa a carattere lucido motoria) riuscendo ad abbassare di 3 minuti e 6 secondi rispetto alla passata edizione. 
... il "vincitore" ...
... la meglia finisher con lo sfondo il Campanile di San Marco ...
Per me è stata una grande prova, felicissimo di averla portata a termine e non mi resta che aspettare il prossimo anno sperando di ritornarci di nuovo perchè merita davvero!
Per vedere il sito della gara: clicca qui !